Domenica, 26 Settembre 2021
Pinerolo Pinerolo

Pinerolo, i poeti... si sono ripresi la notte

Buon successo di pubblico per "I poeti si riprendono la notte", manifestazione ideata e organizzata da Yowras Young Writers & Storytellers andata in scena sino alle 2 del mattino tra sabato e domenica

"Proviamo ad aggiungere un po' di poesia alla nostra vita", queste le parole del conduttore Cristiano Tassinari che hanno concluso, alle 2 del mattino di domenica 15 aprile, a Pinerolo, dopo una lunga serata di letture e musica, la manifestazione "I Poeti si riprendono la notte", ideata e organizzata dall'associazione Yowras Young Writers & Storytellers. In prima serata, al centro commerciale Le Due Valli, alla presenza dell'Assessore alla Cultura Paolo Pivaro, è stata inaugurata la mostra "Il sentiero dei Poeti", sessantasei pannelli, divisi in tre sezioni, che ripercorrono la storia della poesia italiana. Il volto del poeta, l'anno di nascita, pochi versi rappresentativi.

Un messaggio semplice e immediato che riporta ai ricordi di scuola per la sezione i Classici e il Novecento e, nella sezione Contemporanei, racconta il presente e il futuro della poesia. Dopo la spesa o durante lo shopping, per incontrare i poeti basterà alzare lo sguardo. La mostra è corredata da un libretto che raccoglie le immagini di tutti i pannelli e una "scintilla", notizia o aneddoto su ciascun poeta e che è in distribuzione gratuita presso il centro commerciale. I pannelli resteranno in esposizione fino al 15 maggio. Sono poi stati premiati con una targa e una corona d'alloro i sei vincitori del concorso "Il viaggio, testo di coralità poetica" ed è stato esposto il lungo foglio che raccoglie questa opera collettiva: ben nove metri di poesia corale.

Alle 22 di sabato 14 aprile è iniziata al Museo di Cavalleria "La MezzaNotte dei Poeti". Giorgio Luzzi, Tonino Milite e Beppe Mariano: grandi nomi della poesia contemporanea, hanno recitato i loro versi di fronte a un pubblico folto e attento, per nulla intimorito dalla pioggia. La seconda tappa, al Teatro del lavoro, ha ospitato Tiziano Fratus e le poesie care alla nostra memoria di Alda Merini, Eugenio Montale, Guido Gozzano, le hanno rese vive le voci e il talento di Chiara Francese e di Paolo Montaldo, applauditissimi lettori. Nel salone della Biblioteca si è conclusa a notte fonda questa maratona di poesia, con tre canti di Dante e alcune poesie di Maria Luisa Spaziani, Sibilla Aleramo, Vivian Lamarque. A rinfrancare il pubblico, tre buffet offerti da Galup e quattro bevande poetiche: il tè di Shakespeare, il succo di melograno di Carducci, la cioccolata di Gozzano, il vino di Neruda offerti dalla Caffetteria Pasticceria Galup e dal Museo del Gusto di Frossasco. Oltre duecentotrenta presenze nelle quattro tappe sono la testimonianza che la poesia è viva ed è seguita da appassionati di ogni età.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinerolo, i poeti... si sono ripresi la notte

TorinoToday è in caricamento