Pinerolo Pinerolo

Pinerolo, fitto programma di celebrazioni per la Giornata della Memoria

Tanti gli appuntamenti programmati dal Comune per la ricorrenza nel 2012: dalle deposizioni di fiori alle proiezioni, dagli spettacoli teatrali alla presentazioni di libri sul tema

Sono davvero tanti gli appuntamenti organizzati dalla Città di Pinerolo, nei prossimi giorni, per celebrare adeguatamente la Giornata della Memoria 2012. Tra questi, sabato 28 gennaio, alle ore 16 è prevista la deposizione di una corona al Monumento alle Vittime della violenza e dell’intolleranza, in Viale Cavalieri di Vittorio Veneto. Seguirà un corteo fino in piazza Marconi con deposizione di una seconda corona al Monumento ex Internati. Farà da cornice alla giornata la Banda Musicale A.N.A. di Pinerolo.

Da mercoledì 25 a martedì 31 gennaio, invece, alle ore 21 (sabato 28 orario 20,15 e 22,30) presso il Cinema Italia – Sala 2Cento si terrà la proiezione del film “La chiave di Sara” di Gilles Paquet-Brenner . Ingresso a euro 5. Venerdì 27 gennaio, ancora, alle ore 18 presso la Biblioteca Civica si terrà la presentazione del libro “Nell’inferno di Dora – Il tunnel delle armi segrete di Hitler” a cura dell’autrice Clara Bounous. Alle ore 21 presso il Teatro Sociale di Pinerolo si terrà lo spettacolo “Le stanze del Cuore”, tratto dagli scritti e dalle lettere di Edith Stein, di e con Patrizia Camatel. Canti e Musiche eseguite dal vivo da Paola Tomalino. Ingresso libero.

“Passano veloci gli anni. A volte si ha la percezione che il passato, anche recente, della nostra storia, sia lontano nel tempo. Si corre il rischio di credere che il ricordo non sia necessario, che quello che è accaduto non potrà più tornare - ha spiegato il sindaco di Pinerolo, Eugenio Buttiero -. E invece la Memoria di quello che è avvenuto è fondamentale. E’ la base da cui partire, giorno dopo giorno, non solo per mantenere un futuro di Pace e di civile convivenza tra Popoli, ma anche per costruire una società sempre migliore, rispettosa di ogni diversità. Ci sarebbero molti modi per far riemergere i ricordi di quel terribile passato, di quella Shoah che ci pone di fronte agli occhi l’orrore della deportazione, che ci riconduce alla tragedia che hanno vissuto intere generazioni e che ancora oggi ci appare incredibile per l’efferatezza e la brutalità di quello che è stato. Credo però che più di ogni citazione, più di ogni frase, più di ogni parola possa accompagnarci, nel Giorno della Memoria, un istante di silenzio e di raccoglimento. Rivolgiamo un pensiero commosso a coloro che sono morti in quegli anni. Offriamo un attimo di silenzio a noi stessi, lì troveremo la certezza che quello che è stato non deve tornare, mai più.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinerolo, fitto programma di celebrazioni per la Giornata della Memoria

TorinoToday è in caricamento