rotate-mobile
Pinerolo Villar Perosa

Villar Perosa, un monumento per il maresciallo morto in Afghanistan

A quasi un anno dalla scomparsa nei pressi di Herat del militare Mauro Gigli, allora 41enne, è sorto nella cittadina valligiana un monumento in sua memoria. Domani l'inaugurazione

Ad un anno ormai dalla scomparsa in Afghanistan del primo maresciallo Mauro Gigli, che risiedeva a Villar Perosa, nella cittadina della Val Chisone è sorto un monumento in ricordo delle vittime italiane in medio Oriente. E’ stato posto nel prato di Piazza Centenario dell’Unità d’Italia, vicino a quello dedicato ai Caduti nelle guerre.

La posa in opera del monumento è avvenuta nella giornata di lunedì, mentre domani – a partire dalle ore 18:30 – si terrà l’inaugurazione ufficiale. Saranno presenti, oltre a diverse autorità sia militari che civili, anche alcuni elementi della Fanfara, dei coristi ed un picchetto armato.


L’opera, realizzata da Marco Sartori, è composta da una pietra grezza delle cave di Luserna, dallo stemma del 32° Reggimento, dall’elmetto con penna nera del sottotenente Gigli e da una targa con iscritto “Ai Caduti in Afghanistan”. Un piccolo gesto in memoria dello sfortunato militare valligiano, scomparso a 41 anni nei pressi di Herat il 28 luglio 2010 per l’esplosione di un ordigno rudimentale, la cui famiglia tuttora risiede a Villar Perosa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villar Perosa, un monumento per il maresciallo morto in Afghanistan

TorinoToday è in caricamento