Pinerolo Pinerolo

Merlo: "Riorganizzazione dei Tribunali? Arroganza e discrezionalità"

L'onorevole pinerolese torna sulla questione Tribunale: «Grottesca e grave discrezionalità del Ministro Severino, infischiandosene di ciò che ha detto, discusso e votato il Parlamento»

“La riorganizzazione dei Tribunali in Piemonte dovrà adesso seguire criteri oggettivi e non meramente discrezionali. Abbiamo già assistito alla grottesca e grave discrezionalità del Ministro Severino infischiandosene allegramente di ciò che ha detto, discusso e votato il Parlamento in merito alla soppressione dei Tribunali. Ora sarebbe doppiamente grave se, nella presunta riorganizzazione della macchina giudiziaria piemontese, dovessimo assistere al salvataggio di tribunali già dichiarati soppressi perché la realtà ospitante è carente di infrastrutture, sopprimendone invece definitivamente altri, anche se funzionanti ed efficaci". Torna così sulla questione legata alla soppressione di alcuni tribunali piemontesi, ed in particolare di quello di Pinerolo, l'onorevole pinerolese Giorgio Merlo.

"Adesso il Ministro non può continuare ad avere un atteggiamento pilatesco- rincara la dose l'esponente del Pd -. Adesso in Piemonte va fatta una adeguata, efficace ed equilibrata riorganizzazione. A cominciare da quelle realtà che, come Pinerolo, sono state soppresse senza alcuna motivazione e senza alcun criterio oggettivo contenuto nella delega che il Parlamento ha dato al Governo. Il tempo dell’arroganza e delle offese ai territori deve cessare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merlo: "Riorganizzazione dei Tribunali? Arroganza e discrezionalità"

TorinoToday è in caricamento