rotate-mobile
Pinerolo

L'Iron Bike sconfina nel pinerolese, tra sudore e suggestioni

Delle otto tappe che compongono una delle corse di mountain bike più selettive al mondo, ben cinque attraversano il territorio pinerolese. Passaggio anche nelle miniere della Val Germanasca

L’Iron Bike, una delle più dure prove di mountain bike al mondo, ha preso il via ieri da Limone Piemonte. La diciottesima edizione dell’ormai tradizionale appuntamento estivo in Piemonte sarà caratterizzata da un percorso di oltre 700 km con più di 22.000 metri di dislivello complessivo. Otto le tappe previste, diversi gli sconfinamenti entro i confini del pinerolese: Barge-Torre Pellice martedì 26 luglio, Torre Pellice-Pramollo mercoledì 27, Pramollo-Rifugio Selleries giovedì 28, Rifugio Selleries-Sestriere venerdì 29, Sestriere-Sauze d’Oulx sabato 30.

“Com’è ormai tradizione - ha spiegato il presidente della Provincia, Antonio Saitta - il nostro territorio offre agli organizzatori dell’Iron Bike un contributo ed un supporto logistico, in particolare per quanto riguarda l’agibilità dei percorsi d’alta quota su cui si disputa la gara”. Tra i punti di maggiore impegno e di maggiore spettacolarità toccati nell’edizione 2011 vi sono le cime ed i colli compresi nel territorio Parco naturale provinciale di Conca Cialancia, l’alpeggio Selleries, il Forte di Fenestrelle e l’Ecomuseo “Scopriminiera” di Prali. Proprio in Val Germanasca si preannuncia come particolarmente delicato e spettacolare il passaggio all’interno della miniera di talco “Gianna”, che vedrà i corridori equipaggiati, oltre che del casco, di una lampada per muoversi nelle gallerie.


Sarà sicuramente spettacolare anche la tappa di 130 km del Sestriere. Dopo la partenza dal Rifugio Selleries ed un primo passaggio a lambire Sestriere sul versante delle piste da sci, i concorrenti scenderanno verso la Valle Argentera proseguendo poi verso Thures, Bousson e Cesana Torinese. Da lì si punterà verso Fenils per entrare in territorio francese durante la scalata al Monte Chaberton (3.131 metri), quindi si rientrerà in Italia scendendo da Claviere lungo i sentieri che portano a Cesana. Da qui un breve tratto di trasferimento in cabinovia per raggiungere San Sicario Alto. La prova punterà dunque verso Champlas Seguin da dove, proseguendo sempre lungo strade e sentieri alpini, si raggiungerà il traguardo posto davanti al Palazzetto dello Sport di Sestriere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Iron Bike sconfina nel pinerolese, tra sudore e suggestioni

TorinoToday è in caricamento