rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Pinerolo

Terremoto, nel pinerolese l'epicentro della scossa più violenta

Il movimento sismico delle 14:31, di magnitudo 4.3 della scala Richter, ha avuto epicentro a cavallo tra Val Noce e Val Chisone, ad oltre 25 km di profondità

Il terremoto che questo pomeriggio ha scosso il Piemonte e, più lievemente, le regioni circostanti si è fatto sentire – anche e soprattutto – a Pinerolo. Proprio in pieno territorio pinerolese, infatti, si è calcolato l’epicentro della prima e più forte scossa di giornata. Ad essa ne sono poi seguite altre tre di assestamento, quasi impercettibili.

La terra ha tremato alle 14:31, a causa di una scossa di magnitudo 4.3 della scala Ricther. Epicentro in zona collinare, a cavallo tra Val Noce e Val Chisone: più precisamente a 25,1 km di profondità, localizzato a 3 km da Cantalupa su un fronte ed a 6 da Pinasca sull’altro. Il movimento sismico è stato avvertito distintamente dalla popolazione, a tal punto che in molti si sono precipitati in strada preoccupati. La scossa non ha però prodotto che lievissimi danni e nessuna persona, naturalmente, risulta ferita.


Tre, quindi, le scosse di assestamento, rilevate dai sismografi ma quasi impercettibili per l’uomo. La prima alle 14:44, di magnitudo 1.5 e con epicentro in Val Sangone. Poi una seconda alle 15:29 di magnitudo 2.1 e con epicentro in Val Chisone. Infine, una terza scossa più recente, alle 18:06, con epicentro a Cumiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, nel pinerolese l'epicentro della scossa più violenta

TorinoToday è in caricamento