Pinerolo

Pinerolo, anche la Lega Nord bacchetta Chiabrando

La candidata del Carroccio, Piera Bessone, scrive a TorinoToday: "L'invito all'iniziativa di sabato ci è arrivato mezz'ora prima che iniziasse: gli impegni con i nostri elettori avevano la priorità"

Nella giornata di sabato abbiamo documentato il piccato scambio di battute che ha avuto per protagonisti tre candidati sindaco di Pinerolo: Eugenio Buttiero, Paolo Covato ed Andrea Chiabrando. Scontro dialettico nato da un’iniziativa promossa da quest’ultimo in Piazza Facta per il week-end, ovvero un incontro con i cittadini per discutere delle problematiche che attanagliano la città. Secondo il candidato del Pdl l’invito alla sua iniziativa è stato esteso a tutti gli altri otto concorrenti alla poltrona di primo cittadino, ma sia Buttiero che Covato hanno replicato di non aver ricevuto alcuna telefonata in merito.

Alla posizione presta dai due candidati di centro-sinistra, però, ora si aggiunge anche la risposta a Chiabrando da parte di Piera Bessone, candidata sindaco per la Lega Nord. Il segretario pinerolese del ‘Carroccio’, infatti, ha spedito alla nostra redazione una lettera per chiarire il suo punto di vista all'interno della querelle nata negli ultimi giorni.

Di seguito, le sue dichiarazioni integrali:

“Con riferimento al vostro articolo, preciso  che come Lega Nord  abbiamo ritenuto di non partecipare in quanto l'invito ci è stato fatto con mezz’ora scarsa di anticipo e telefonicamente. Non considerando assolutamente che, essendo in campagna elettorale, l'agenda era, ovviamente, già piena.

Gli impegni presi con gli elettori avevano la priorità.

Riteniamo che tali confronti dovrebbero essere concordati con gli altri candidati con un congruo anticipo, al fine di permettere la partecipazione effettiva”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinerolo, anche la Lega Nord bacchetta Chiabrando

TorinoToday è in caricamento