Pinerolo Pinerolo

Pinerolo si interroga: perché sopprimere il Tribunale?

Continua a tenere banco la decisione del Governo di accorpare a Torino la struttura pinerolese: in mattinata anche una conferenza dal titolo "Tribunale: sopprimere Pinerolo, perché?"

Si è svolta questa mattina, presso la Sala di Rappresentanza del Comune di Pinerolo, la conferenza stampa dal titolo “Tribunale: sopprimere Pinerolo, perché?”. L'appuntamento è stato organizzato a seguito della decisione del Governo di chiudere appunto il Tribunale di Pinerolo. Sono intervenuti all'incontro il sindaco di Pinerolo, Eugenio Buttiero, l’onorevole Giorgio Merlo, il Procuratore Capo facente funzioni, Ciro Santoriello, il Presidente del Tribunale, Simonetta Rossotti, e il Presidente dell’Ordine degli Avvocati, Alfredo Merlo. Ha fatto pervenire una propria dichiarazione anche il senatore Lucio Malan. Ma hanno preso parte alla conferenza anche numerosi sindaci del territorio, amministratori, avvocati, magistrati e rappresentanti della società civile. 

Tutti i relatori hanno ribadito l’efficienza operativa del Tribunale di Pinerolo, sottolineando l’importanza strategica di questa struttura, per la quale sono stati recentemente investiti oltre 700mila euro per la ristrutturazione e l’ampliamento della sede. Uno dei migliori Tribunali del Piemonte, con oltre 6.000 cause civili e 2.600 cause penali all’anno, punto di riferimento per il territorio del pinerolese e non solo: questa struttura serve infatti un bacino di utenza di oltre 200mila abitanti e 58 comuni. Dati che confermano l’importanza di questa sede per il territorio e per i suoi cittadini.

«Siamo rimasti attoniti rispetto alla scelta effettuata – ha spiegato il sindaco Buttiero –. Non comprendiamo l’esigenza di sopprimere questo Tribunale. Una scelta che non è dettata sicuramente da valutazioni di buon senso e che non trova riscontri nella logica del risparmio e dell’efficienza. Il Tribunale di Pinerolo è una struttura di riferimento importante per il territorio, per questo siamo certi che vi siano margini per cambiare questa decisione. Oggi siamo qui per dare voce a una richiesta forte, trasversale: ci impegneremo, insieme, per far arrivare la nostra voce al Ministro affinché venga modificata questa scelta incomprensibile».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinerolo si interroga: perché sopprimere il Tribunale?

TorinoToday è in caricamento