Pinerolo Via Sommellier, 30

Pinerolo, minacce davanti alla sede della Lega Nord

Terza incursione vandalica in quindici giorni per gli uffici del Carroccio in Via Sommellier. Questa volta sono comparse becere scritte: "Leghisti non possiamo ancora spararvi... per ora!"

Prosegue l’escalation di atti vandalici ai danni della nuova sede della Lega Nord a Pinerolo. La terza incursione in quindici giorni ha portato in dote non più solamente muri imbrattati di scritte, ma vere e proprie minacce.

Il primo assalto agli uffici di Via Sommellier, nel centro storico, era avvenuto all’indomani dell’inaugurazione della sede, cui aveva preso parte anche il governatore Roberto Cota. Tre scritte ingiuriose nei confronti del Carroccio e l’inconfondibile firma degli anarchici a margine. Quindi era stata la volta della porta d’ingresso dei locali, presa di mira settimana scorsa e colpita a suon di secchiate di vernice bianca.


Questa settimana, quindi, la terza incursione vandalica. Ancora sul muro a fianco degli ingressi, l’enorme scritta: “Leghisti non possiamo ancora spararvi… per ora!”. Becere minacce che hanno subito visto le principali forze politiche del pinerolese dissociarsi dal gesto, mentre Piera Bessone, segretario del partito e candidata sindaco alle prossime Comunali, già in occasione dei primi vandalismi aveva sporto denuncia verso ignoti presso i Carabinieri di Pinerolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pinerolo, minacce davanti alla sede della Lega Nord

TorinoToday è in caricamento