I preparativi (e i distanziamenti) per pranzi e cene: come si festeggerà nelle case di Torino | Interviste

Saranno un Natale e un Capodanno in zona rossa

Saranno un Natale e Capodanno insoliti. Li passeremo in zona rossa e saremo costretti a rivoluzionare i nostri riti consueti. Allora via ai pranzi ristretti per nucleo familiare o in stanze separate. C'è anche chi però passerà le feste lavorando. 

È il caso di un infermiere napoletano che è a Torino per l'emergenza covid: "Passerò Natale insieme ai miei malati, insieme ai miei colleghi. Quest'anno è stata dura, non è finita, ma teniamo duro e andiamo avanti". 

Sola anche una ragazza sicialiana che non può andare a casa: "Farò un pranzo insieme agli amici. Gli altri natali e capodanni della mia vita avranno un valore differente". 

"Noi faremo il pranzo di Natale in campagna pranzando in due sale diverse, i miei genitori in cucina e io e il mio compagno in sala", spiega una ragazza. 

"Non mi sono organizzata diversamente, ho solo mio marito e non figli e nipoti. Non so se sarà difficile, sarà diverso. Un Natale più spirituale", conclude una signora. 

Si parla di

Video popolari

I preparativi (e i distanziamenti) per pranzi e cene: come si festeggerà nelle case di Torino | Interviste

TorinoToday è in caricamento