Venerdì, 25 Giugno 2021

Piemonte zona gialla, preoccupano gli assembramenti di ieri. Cirio: "Al Governo chiedo rigore e controlli"

Parola d'ordine, consolidare i progressi sanitari

Gli assembramenti visti ieri, domenica 13 dicembre, a Torino e in altre città italiane non preoccupano solamente il Governo, ma evidentemente anche il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. Più volte nei giorni scorsi il governatore piemontese ha sottolineato la necessità di non sperperare il sacrificio fatto in queste settimane in cui il Piemonte è stato prima zona rossa e poi arancione. 

"Al Governo ribadisco la necessità di continuare a tenere la barra dritta per quanto riguarda il rigore e controlli", spiega Alberto Cirio, presidente della Regione Piemonte, "Richiamiamo al senso di responsabilità tutti i nostri concittadini. Io in Piemonte, nonostante la zona gialla, ho mantenuto tante ordinanze che pongono regole più restrittive e rigorose perché vogliamo consolidare il risultato sanitario di questi giorni e perché vogliamo riaprire per sempre".  

 Cirio scrive a Conte: "Consentire i ricongiungimenti familiari anche fra i piccoli comuni 

Si parla di

Video popolari

Piemonte zona gialla, preoccupano gli assembramenti di ieri. Cirio: "Al Governo chiedo rigore e controlli"

TorinoToday è in caricamento