Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A 92 anni con il fucile in mano: la storia di Vittorio, l'atleta più anziano agli European Masters Games

 

Ha 92 anni e ancora ha la voglia e l'energia di imbracciare un fucille e sparare per 60 minuti consecutivi gareggiando così agli European Master Games. Si chiama Vittorio Nocilli e oggi ha fatto il suo debutto nella competizione partecipando alla gara di tiro a segno. Nello specifico per gli amanti del dettaglio la gara dei 50 mt Rifle Prone, categoria 70+. 

È il più anziano degli atleti italiani in gara ed è minuzioso in ogni dettaglio. Ha iniziato a sparare negli anni '60 e non ha mai smessi, neppure dopo l'infarto che venti anni fa lo ha colpito e che lo ha costretto a un'operazione. Tempo di rimettersi in piedi ed ecco pronto a gareggiare nuovamente. Un dettaglio che ama raccontare anche per incoraggiare chi vive quotidianamente piccole o grandi disavventure a non arrendersi. 

A chi gli chiede quale sia il suo segreto, lui risponde che non lo sa. Di certo però sa che non smetterà presto di sparare. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento