Cani e videocamere a sorvegliare il fortino dello spaccio: un uomo in manette

Sequestrati 12 chili di droga

Aveva trasformato la sua abitazione in un vero e proprio fortino della droga, a proteggerlo quattro cani e diverse telecamere di videosorveglianza. Arrestato, a metà marzo 2020, un pusher di 25 anni. 

A scoprire la fiorente attività di spaccio sono stati i carabinieri della compagnia di Rivoli che, in collaborazione con i forestali, si sono presentati a Val della Torre dove il 25enne abitava. Con la scusa di verificare la regolarità dell’impianto di videosorveglianza i carabinieri hanno bussato a casa dell'uomo, ma a bloccare loro la strada sono stati i quattro cani, tre pitbull e un Jack Russel. 

Una volta convinto il 25enne a mettere in sicurezza gli animali, i militari hanno potuto perquisire l'abitazione scoprendo un vero e proprio laboratorio dello spaccio: in totale sono stati sequestrati quasi 12 kg di marijuana, bilancini e bustine in cellophane. Inoltre nella stanza da letto i carabinieri hanno trovato anche una pistola, con 2 cartucce e 10 proiettili.

Il pusher dovrà rispondere anche di detenzione illegale dell’arma e delle munizioni. La pistola è risultata essere appartenuta a un uomo deceduto nel 2000. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Cani e videocamere a sorvegliare il fortino dello spaccio: un uomo in manette

TorinoToday è in caricamento