Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anniversario tragedia di Superga: Urbano Cairo legge i nomi degli "invincibili" del Grande Torino

La prima volta per un presidente di società: "Una grande emozione"

 

Per la prima volta nella storia del Torino non è stato il capitano dei granata a leggere i nomi del Grande Torino durante la celebrazione ufficiale a Superga, ma è stato il presidente della squadra. È successo questa mattina, martedì 4 maggio, dopo che Franco Ossola ha chiesto a Urbano Cairo di prendersi carico di questo onere e onore. 

"Oggi è stata una cosa totalmente inaspettata. Ero vicino a Ossola che mi ha chiesto di leggere i nomi. La cosa mi ha lasciato lì un attimo, ma poi l'ho fatto ed è stato veramente molto emozionante", racconta il presidente granata che così entra ufficialmente nella storia del Torino. Il rito della lettura dei nomi del Grande Torino infatti fino a oggi era sempre stato celebrato dal capitano della squadra. 

Cairo poi ha ricordato come quella di oggi sia stata una celebrazione a metà vista l'assenza dei tifosi a Superga: "Venire qui a Superga senza gente dispiace perché l'abbraccio della gente in una giornata di commemorazione era bello. Abbiamo ricordato una grande squadra, ma anche dei grandi uomini che insieme hanno fatto qualcosa di straordinario". 

Cairo ha poi conosciuto il pronipote di Bacigalupo, portiere del Grande Torino, un ragazzino di 11 anni che si chiama Ricardo e che anch'esso gioca nel ruolo di portiere nel Vado. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento