Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

UBI Banca, lavoratori in corteo per le vie del centro: 200 posti a rischio, 40 in Piemonte

In mattinata sono stati ascoltati dallo staff del Presidente Cirio

 

Sono scesi in piazza in tutta Italia, anche a Torino, per manifestare contro la decisione di UBI Banca di esternalizzare 200 dipendenti su tutto il territorio nazionale, di questi più di 40 in Piemonte nella sede di Cuneo. 

"Sappiamo che altre operazioni sono dietro l'angolo. Il gruppo UBI è il quarto gruppo italiano come dimensione. È un gruppo solido che ha salvato altre banca e quindi non ci spieghiamo questo attacco frontale ai nostri colleghi" spiega Cinzia Borgia della FISAC-CGIL. 

"Qui si apre un precedente pericoloso perché queste tipologie esternalizzate riguardano uffici che coinvolgono alcuni lavoratori per ufficio. Non si capisce bene quali lavorazioni possano essere esternalizzate. Non ci devono essere escamotage per fare fuori lavoratori senza che ci sia un fondamento industriale dell'operazione" - ha continuato Cinzia Borgia.

I lavoratori questa mattina - venerdì 13 settembre - hanno incontrato alcuni membri dello staff del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento