Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tolgono il tumore al musicista, che suona la chitarra e il tamburello mentre lo operano

Per preservare le abilità creative

 

Operato al cervello mentre era sveglio. Mentre suonava il suo strumento musicale preferito: la chitarra.

È quanto avvenuto qualche giorno fa all'ospedale Molinette a Torino. Il paziente è Alan Brunetta, 35 anni, polistrumentista e compositore della band torinese La Stanza di Greta, già vincitrice nel 2017 della Targa Tenco per la migliore opera prima.

L'intervento, effettuato presso la Neurochirurgia universitaria della Città della Salute di Torino, diretta dal professor Diego Garbossa, è consistito nella rimozione di un tumore a livello del lobo temporale ed insulare destro.

In accordo con lo stesso Brunetta -  in collaborazione con gli anestesisti dell'Anestesia e Rianimazione 2 ospedaliera (diretta dal dottor Roberto Balagna) e degli psicologi della Psicologia Clinica ed oncologica universitaria (diretta dal professor Giuliano Geminiani) - è stato prima narcotizzato per la fase iniziale dell'intervento per poi essere svegliato ed iniziare una sorta di concerto, con brani scelti dalla neuropsicologa e altri improvvisati, con l'aiuto della chitarra ma anche di un tamburello a mano. 

Questo per "preservare, con la massima probabilità possibile, le sue abilità creative e di improvvisazione musicale, cardine fondante della sua vita privata e lavorativa", come spiegano dalle Molinette.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento