Sabato, 20 Luglio 2024

Torino 'amica' delle famiglie: prima grande città italiana a farsi certificare

Previste azioni di sostegno alle famiglie

Torino si candida a diventare una città 'amica' delle famiglie, per farlo l'amministrazione ha deciso di aderire al Network Family in Italia promosso dalla Provincia autonoma di Trento. Si tratta della prima grande città italiana a richiedere la certificazione, per ottenerla dovrà sostenere un periodo di prova di due anni. A promuovere l'adesione sono stati la vicesindaca Michela Favaro, la capogruppo del PD Nadia Conticelli e il consigliere Vincenzo Camarda.

"Ottenere questa certificazione ci impone di mappare quel che l'amministrazione fa già per le famiglie, leggere i bisogni e mettere in campo nuove iniziative per favorire la vita delle famiglie a Torino", spiega la vicesindaca Michela Favaro. 

A Torino sono circa 78.000 le famiglie e 129.000 circa i minori, è a questa platea che si rivolge il network al quale aderisce la città. "Adesso dobbiamo creare un tavolo interassessorile che legga quel che stiamo già facendo, dopo daremo vita agli Stati generali della famiglia per creare un piano specifico", continua Favaro aggiungendo che nella progettazione verranno coinvolti anche attori del privato e del terzo settore. 

Quali azioni possono essere immaginate per aiutare le famiglie torinesi? Biglietti di mezzi pubblici familiari per agevolarle nei trasporti, tariffe familiari presso le associazioni sportive, percorsi specifici per le famiglie all'interno di musei, più spazi per accompagnare alla maternità e paternità. 
 

Video popolari

TorinoToday è in caricamento