Università, borse di studio e posti letto: i criteri per accedere alle agevolazioni

Richieste in aumento

Verrà pubblicato domani - mercoledì 14 luglio - il bando di EDiSU attraverso il quale gli studenti e le studentesse universitarie del Piemonte potranno fare richiesta di accesso alle borse di studio e ai servizi abitativi. A partire dal 20 luglio sarà possibile presentare domanda per le borse di studio; la domanda dovrà essere presentata per quanto riguarda i posti letto il 2 settembre e le borse di studio il 30 di settembre. 

Nell'anno scolastico 2020/2021 sono state 16.374 le borse di studio erogare, oltre 2.000 in più rispetto all'anno precedente. Questo secondo Alessandro Sciretti di EDiSU Piemonte è dovuto anche alla crisi economica e alla pandemia che ha fatto abbassare i redditi dei nuclei familiari. Nell'anno 2021/22 saranno 50 i milioni di euro investiti nel diritto allo studio universitario, di questi 26 stanziati dalla Regione Piemonte. 

I criteri del bando

Il bando contiene già gli importi di cui godranno gli studenti idonei: se in sede riceveranno 1.982 euro; 2.899 euro invece ai pendolari; mentre ai fuori sede spetteranno 5.258 euro. Una parte di questi ultimi usufruiranno anche di un posto letto in una delle residenze dell’ente, il cui valore si aggira intorno ai 2500 euro e sarà decurtato direttamente dalla borsa, mentre ai restanti idonei ma non beneficiari di posto letto sarà corrisposto un beneficio economico di pari importo quale contributo per una locazione che deve essere però regolarmente registrata.

Non cambiano i requisiti di reddito: i limiti ISEE/ISPE fissati con il Decreto Ministeriale 256 del 18.03.2021 sono i medesimi dell’a.a. 2020/2021 e per concorrere è necessario possedere un reddito familiare (ISEE) uguale o inferiore a 23.626 euro e un reddito patrimoniale (ISPE) pari o inferiore a 51.362 euro. Al momento della presentazione della domanda, si dovrà essere in possesso di un ISEE valido per il diritto allo studio universitario, rilasciato a partire da gennaio 2021.

Chi vorrà fare richiesta dovrà essere in possesso dello SPID per accedere allo sportello online e procedere con la domanda di concorso. Questo è quanto disposto dalla Legge 100/2020 ed è in vigore per tutte le studentesse e gli studenti italiani e internazionali residenti in Italia. Per le studentesse e gli studenti internazionali che non possono richiedere la residenza in Italia, invece, devono essere in possesso del Codice d’Accesso Temporaneo che scadrà il 30 giugno 2022, e alla domanda online dovranno allegare un documento di riconoscimento valido. 

Infine, un'altra novità riguarda le studentesse e gli studenti internazionali del primo anno con Visto d’ingresso per l’immatricolazione agli Atenei piemontesi: saranno possibile ulteriori graduatorie il 15 marzo 2022 per le studentesse e gli studenti che potranno completare la loro iscrizione e produrre la documentazione consolare, comprensiva del visto, entro e non oltre il 28 febbraio 2022.

Si parla di

Video popolari

Università, borse di studio e posti letto: i criteri per accedere alle agevolazioni

TorinoToday è in caricamento