Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo storico teatro rischia di chiudere: "Abbiamo bisogno di un aiuto per continuare a vivere"

L'annuncio a pochi giorni dall'inizio del Festival Internazionale di Figura

 

È nato dodici anni fa da un vecchio magazzino in disuso ed è l'unico teatro di figura con vocazione internazionale a Pinerolo, ma questo potrebbe essere il suo ultimo anno di attività: "Dopo tutto questo periodo di attività è arrivato il momento di tirare le fila e di comprendere il contesto nel quale ci possiamo muovere". 

"Il nostro è uno spazio con vocazione di ricerca. Qui hanno iniziato tantissime compagnie che poi hanno preso il largo e sono diventate conosciute. Una soddifazione importante" - ha parlare e Damiano Privitera, l'anima del teatro. Parole che vengono pronunciate a poche ore dall'inizio della XXV edizione del festival più importante che organizza, il Festival Internazionale del Teatro di Figura Contemporaneo che si terrà dal 3 al 7 settembre a Pinerolo. 

"Ci sono criticità che possono diventare talmente grandi da mettere in dfficoltà il proseguio della nostra attività e la stessa vita di questo posto. Ci vorrebbe da parte delle istituzioni un intervento e una presa di coscienza perché questa realtà non corra il pericolo di finire. Io spero non succeda, ma i pericoli ci sono. Ci si deve mettere intorno a un tavolo e si deve capire se questa struttura deve rimanere in vita. Abbiamo bisogno di un sostegno più forte", conclude Privitera. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento