Mercoledì, 4 Agosto 2021

TAV, assalto al cantiere di Chiomonte: arrestato un militante di Askatasuna, 33 denunciati

I fatti risalgono al 7 dicembre del 2019

Un arresto e 33 denunce per l'assalto al cantiere TAV di Chiomonte del 7 dicembre 2019. L'uomo, classe 1992 e militante del centro sociale Askatasuna, è accusato di aver lanciato bombe carta e sassi ai danni delle forze dell'ordine. 

Il 7 dicembre scorso i militanti dell'ala oltranzista del Movimento No TAV si sono recati a ridosso della rete metalliza che è posta a un chilometro circa dal cantiere di Chiomonte. In un primo momento hanno accastato legna e dato fuoco alla rete metallica e in un secondo momento alcuni di questi hanno lanciato bombe carta e sassi contro le forze dell'ordine. 

Tra loro, con il volto camuffato, c'era anche l'arrestato che al momento si trova agli arresti domiciliari. Per lui l'accusa è di danneggiamento seguito da incendio e resistenza a pubblico ufficiale. 

I 33 denunciati dovranno rispondere di danneggiamento seguito da incendio e per sette di questi l'accusa e anche di violazione del foglio di via obbligatorio da Giaglione. Tutte e 34 le persone coinvolte dovranno anche pagare una sanzione amministrativa per violazione della legge regionale sugli incendi boschivi e riceveranno il foglio di via dai Comuni interessati dalla TAV.

Si parla di

Video popolari

TAV, assalto al cantiere di Chiomonte: arrestato un militante di Askatasuna, 33 denunciati

TorinoToday è in caricamento