Venerdì, 25 Giugno 2021

Torino, tamponi rapidi per senzatetto e migranti: i positivi ospitati al Golden Palace | Video

Campagna effettuata dall'Ordine dei Medici

Al via la campagna dell'Ordine dei Medici di Torino che consentirà di effettuare il tampone rapido alle fasce deboli della popolazione e ai volontari di alcune associazioni che lavorano con i più deboli. Questa mattina, mercoledì 23 dicembre, presso l'Opera Pia Barolo si è tenuta la terza tappa durante la quale sono stati tamponati i volontari dell'associazione Camminare Insieme. Ogni settimana verranno effettuati 150 tamponi. 

"Questo momento rientra in un'iniziativa dell'Ordine dei Medici che mira a permettere anche alle persone che di solito non hanno accesso al sistema sanitario nazionale di effettuare il tampone rapido e saper se sono in una situazione di rischio", spiega Guido Giustetto, presidente dell'Ordine dei Medici di Torino, "Il nostro slogan è 'non lasciamo nessuno indietro' quindi ci sembra che anche queste persone abbiano tutti i diritti di essere curati come si deve". 

L'iniziativa avrà un ampio raggio di azione perché raggiungerà anche tutti i migranti che cercano di passare il confine dalla Francia: "Abbiamo concordato che agiremo anche per l'area metropolitana. Anche sul confine francese su chi viene respinto in modo da poterli portare in un dormitorio o un rifugio", spiega Paolo Narcisi, medico di Rainbow for Africa.

"Abbiamo preparato una serie di bersagli di Torino che sono dormitori, mense o associazioni di volontariato dove lavoreremo in modo più strutturato", continua Narcisi, "Alla sera invece faremo interventi di emergenza per raggiungere la frontiera, via Traves dove c'è l'emergenza freddo e così via. Luoghi dove è necessario fare un tampone in fretta per permettere di accedere a un posto caldo per la notte". 

Chi verrà risulterà positivo verrà ospitato nei covid hotel al momento attivi: "Per gli eventuali positivi abbiamo avuto la possibilità di utilizzare i covid hotel. Al momento l'Hotel Bologna e il Golden Palace. Speriamo se ne aggiungano altri tanto gli alberghi sono chiusi o non funzionano. Questo permetterebbe agli albergatori di coprire le spese e fare del bene. Almeno queste persone nel momento in cui sono positivi hanno un posto dove stare. È impossibile pensare a un isolamente fiduciario per strada o nei dormitori", conclude Narcisi. 

Si parla di

Video popolari

Torino, tamponi rapidi per senzatetto e migranti: i positivi ospitati al Golden Palace | Video

TorinoToday è in caricamento