Mercoledì, 20 Ottobre 2021

Scoperta l'ennesima stamperia del falso: avrebbe fruttato un milione e mezzo di euro

Dai controlli in un negozio di Torino Porta Palazzo

È una stamperia del falso quella sequestrata nei giorni scorsi, a fine settembre 2021, dalla guardia di finanza di Torino, partiti da un negozio nella zona di Porta Palazzo e arrivati fino a Prato. I militari hanno denunciato un imprenditore cinese, ritenuto responsabile di avere allestito un’attività commerciale illegale dedita alla produzione e alla vendita di capi con marchi contraffatti.

Nell'opificio i finanzieri del gruppo pronto impiego hanno scoperto operai e sartine, anch'essi tutti cinesi, che realizzavano migliaia di capi d’abbigliamento con i falsi marchi Burberry e Fendi per la successiva esportazione in Francia, Germania e Polonia nonché la distribuzione nei poli commerciali di Torino, Milano e Roma. Il guadagno stimato è di un milione e mezzo di euro.

È stato sequestrato l’intero padiglione adibito a stamperia clandestina, al cui interno sono stati scoperti oltre 200mila marchi contraffatti "a stampa sublimatica diretta su tessuto", 270 chilometri di tessuto in acrilico e cotone destinati a stampa serigrafica e 10 macchinari industriali (tra cui plotter, macchine per cucire, stampanti e stiratrici) necessari alla creazione, alla cucitura e al confezionamento dei prodotti falsi.

Si parla di

Video popolari

Scoperta l'ennesima stamperia del falso: avrebbe fruttato un milione e mezzo di euro

TorinoToday è in caricamento