Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stalking e violenza di genere, la novità: un intervento per 'aiutare' anche chi viene ammonito

Torino tra le zone più colpite d'Italia: Questura e associazioni si alleano

 

La Questura di Torino stringe un alleanza con quattro associazioni torinesi per combattere il fenomeno dello stalking. Firmato a Torino un protocollo di intesa tra il questore Giuseppe De Matteis e le associazioni Gruppo Abele, Cerchio degli Uomini, Centro studi e trattamento dell'agire violento e CEPSI (Centro Psicoanalitico di trattamento dei malesseri contemporanei Onlus). 

Il protocollo prevede che chi verrà sottoposto ad ammonimento da parte del questore di Torino per episodi di violenza domestica o stalking verrà indirizzato in centri specializzati per ridurre la possibilità di effettuare nuovamente violenza. Come funzionerà? In sede di notifica dell'ammonimento verrà spiegato al soggetto che potrà rivolgersi a una delle quattro associazioni firmatarie e gli verrà dato un appuntamento. L'ammonito non sarà obbligato a presentarsi da una delle quattro associazioni, ma sarà cura dei soggetti promotori dell'iniziativa far comprendere l'importanza del colloquio. 

Torino è tra le zone d'Italia più interessate dal fenomeno della violenza di genere. "La polizia - dice il questore - non può dare una risposta se si tratta di vere e proprie patologie. Per questo ci rivolgiamo a degli specialisti, queste associazioni, che possono farlo". Quest'anno a Torino sono già stati emessi 144 ammonimenti per violenza domestica contro i 120 dello stesso periodo 2018. Sono 42 gli ammonimenti richiesti per stalking. 

Gli ammonimenti per stalking negli ultimi tre anni hanno subito una crescita: nel 2019 sono 42, mentre nel 2018 erano 31 e nel 2017 10. Il protocollo è rivolto quasi esclusivamente agli uomini: le donne che sono state ammonite, infatti, sono l'1% del totale. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento