rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022

Spari e petardi al giardino pubblico, la bravata costa una denuncia all’operaio

Si trattava di armi da softair

Spari e lancio di petardi di notte ai giardini pubblici a fine settembre 2020, una bravata che è costata a un operaio 30enne di Nichelino una denuncia per esplosioni non autorizzate. Il tutto ha avuto inizio quando l'uomo ha pubblicato su Instagram un video nel quale si vede un gruppo di ragazzi sparare ed esplodere dei petardi ai giardini pubblici di via Nenni a Nichelino. 

Da qui la preoccupazione di sindaco e cittadini che quelle viste nel video fossero armi vere. È scattata così la perquisizione dell'abitazione del ragazzo ha permesso ai carabinieri di constatare che le armi possedute dal ragazzo, una pistola e un fucile, fossero ad aria compressa e utilizzate per la pratica sportiva del softair. 

Il ragazzo è stato denunciato per esplosioni non autorizzate. Il video caricato su Instagram dal 30enne è stato rimosso dallo stesso social network. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Spari e petardi al giardino pubblico, la bravata costa una denuncia all’operaio

TorinoToday è in caricamento