rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024

La droga come se fosse frutta, l'e-commerce passava da Whatsapp: spacciatore arrestato

L'uomo consegnava le dosi anche a domicilio. In casa sua trovati oltre 2kg di marijuana (circa 3.000 dosi)

Si era inventato una sorta di e-commerce dello spaccio. I suoi clienti per ordinargli la marijuana dovevano inviargli un messaggio su WhatsApp. I carabinieri della stazione di Leini però hanno scoperto tutto.  

A finire nei guai un cittadino italiano di 28 anni residente a Volpiano. L'uomo gestiva anche un bar a Chivasso che in alcuni casi era anche il luogo dove consegnava ai propri clienti gli ordini di marijuana. 

I militari a casa del ragazzo hanno trovato oltre 2kg di marijuana (circa 3000 dosi), 1 bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento e 665 euro. L'indagine è partita dalla segnalazione di alcuni residenti della zona in cui abitava il ragazzo. 

I clienti per ricevere la marijuana dovevano semplicemente inviare un WhastApp allo spacciatore chiedendo frutta assortita e abbonamenti tv, poi lui provvedeva pesonalmente alle consegne a domiclio o presso il bar che gestiva con la sorella a Chivasso. Dentro la macchina dell'uomo è stata anche trovata una mazza da baseball che è costata al 28enne una denuncia per il possesso di armi. Il 28enne è stato arrestato per droga. 

Video popolari

TorinoToday è in caricamento