Dall'auto proviene un forte odore di marijuana: da un sospetto i carabinieri scoprono una coltivazione illegale

Arrestati anche due fratelli gemelli

A tradirli è stato il forte odore di marijuana che impregnava l'automobile sulla quale viaggiavano. È così che i carabinieri della Stazione di Leini hanno potuto scoprire una coltivazione illegale di marijuana. 

Tutto ha inizio grazie a un semplice controllo stradale. I carabinieri, insospettiti dal forte odore di marijuana proveniente dalla vettura, decidono di perquisire sia l'automobile, sia i quattro occupanti della vettura. Da qui la scoperta: il conducente e proprietario dell'automobile, un italiano di 26 anni di Bosconero, è stato arrestato perché dentro il bagagliavo sono stati trovati 600 grammi di marijuana in sacchetti di plastica e sottovuoto; due 20enni di Bosconero sono stati segnalati come consumatori perché trovati in possesso di alcuni spinelli; mentre il quarto ragazzo è stato denunciato, insieme al padre, per produzione e possesso di droga. 

A casa di questi è stata infatti trovata una serra per la coltivazione della marijuana in cantina. Una produzione casalinga di cannabis avviata con la complicità del padre. I due, di 45 e 19 anni, avevano allestito il locale con tutto il necessario per la coltivazione. Sono state inoltre trovate e poste sotto sequestro anche una decina di piante di marijuana alte un metro e mezzo. 

A Rivalta, invece, i carabinieri della Stazione di Orbassano hanno arrestato due fratelli gemelli, di 19 anni, abitanti a Beinasco, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Fermati in macchina durante un posto di controllo i due fratelli sono stati trovati in possesso di circa 40 grammi di droga, tra hashish e marijuana, e a casa i carabinieri hanno trovato altri 120 grammi delle stesse sostanze. I due fratelli sono stati arrestai e collocati ai domiciliari.

Si parla di

Video popolari

Dall'auto proviene un forte odore di marijuana: da un sospetto i carabinieri scoprono una coltivazione illegale

TorinoToday è in caricamento