Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marijuana liquida nella sigaretta elettronica: arrestato il produttore dello "spinello 2.0"

È il terzo laboratorio scoperto a Torino in pochi mesi

 

Arrestato l'ideatore dello "spinello" 2.0, si tratta di un 33enne italiano. Individuato il laboratorio dove produceva l'estratto di THC da utilizzare con le sigarette elettroniche. 

Il risultato alla fine era lo stesso: mettendo la "marijuana liquida" all'interno delle sigarette elettroniche lo sballo garantito era lo stesso procurato da una canna. A scoprire il laboratorio sono stati i "Falchi" della squadra mobile di Torino lo scorso 9 gennaio. 

Il laboratorio si trovava in via Camillo Riccio a Torino. Lì l'uomo estraeva dalle infiorescenze di marijuana una sostanza liquida ricca di THC che veniva utilizzata nelle sigarette elettroniche. 

La polizia a casa del 33enne ha trovato il kit per la preparazione della “marijuana liquida”, 5 filtri nuovi per sigarette elettroniche; inoltre sono stati sequestrati circa 400 grammi di marijuana, 25 “datteri” di hashish per 250 grammi, un bilancino elettronico di precisione ed oltre 1.000 euro in contanti. L'uomo è stato arrestato per detenzione di marijuana e hashish. 

Nelle settimane scorse sono stati individuati altri due laboratori della droga a Torino. Uno in Via Randaccio e uno in Via Leinì

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento