Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In casa oggetti preziosi ricavati dalle zanne d'elefante importati illegalmente: le immagini

Secondo i finanzieri erano destinati al mercato clandestino

 

Sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino una ventina di oggetti di alto pregio ricavati dalle zanne d'elefante e dal corallo rosse. Secondo i militari la loro destinazione sarebbe stata il mercato clandestino. 

La scoperta all'interno di un appartamento di corso Giulio Cesare a Torino, nel quartiere di Barriera di Milano. I Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego si sono trovati davanti ad alcune teche contenenti oggetti preziosi in avorio e corallo appartenenti a specie protette e in via di estinzione. 

Gli oggetti sarebbero stati importati in Italia in modo illegale. Nel mirino dei finanzieri una coppia di imprenditori di origine cinese, entrambi trentenni, che sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Torino. 

I manufatti scolpiti e ricavati dalle zanne d’elefante rirpoducevano figure religiose, animali o scene di caccia. Sul mercato clandestino quegli oggetti avrebbero fruttato un guadagno importante, ma il valore totale degli oggetti sequestrati non è stato ancora quantificato. Una parte degli stessi articoli però aveva un apposito cartellino con il prezzo indicato.

Il traffico illegale di avorio costituisce un “business” importante per i trafficanti che operano in stretta connessione con i bracconieri. 


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento