rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021

Maxi sequestro di collane e orecchini contraffatti: due milioni di articoli ritirati dal mercato

Maxi sequestro della Guardia di Finanza di Torino che ha ritirato dal mercato oltre 2 milioni di articoli venduti come prodotti di pregio, ma che in realtà erano composti con materiali artificiali. 

Collane, bracciali, orecchini e anelli che ufficialmente sarebbero dovuti essere composti da diamante nero, corallo rosso, zaffiro, topazio o perla di Boemia e che invece sono risultati di pasta vitrea o ceramica.

A scoprire la truffa sono stati i Finanzieri di Torino. I prodotti se immessi sul mercato avrebbero fruttato un profitto di diversi milioni di euro. Il materiale sequestrato è stato rinvenuto all'interno di alcuni magazzini di Torino, a Madonna di Campagna e Parella, e in due magazzini all'interno della “Città Commerciale” di Settimo Torinese. 

A finire nei guai quattro imprenditori, tre cinesi  e un italiano, e il loro fornitore con centro di distribuzione in Repubblica Ceca. Per loro è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Torino per frode in commercio, oltre alla segnalazione alla Camera di Commercio di Torino. 

L'imprenditore italiano, un settantenne di origini lombarde, oltre a vendere i prodotti al dettaglio, aveva anche un sito internet, creato ad hoc, dove commercializzava i falsi articoli.

Video popolari

Maxi sequestro di collane e orecchini contraffatti: due milioni di articoli ritirati dal mercato

TorinoToday è in caricamento