Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maxi sequestro di collane e orecchini contraffatti: due milioni di articoli ritirati dal mercato

 

Maxi sequestro della Guardia di Finanza di Torino che ha ritirato dal mercato oltre 2 milioni di articoli venduti come prodotti di pregio, ma che in realtà erano composti con materiali artificiali. 

Collane, bracciali, orecchini e anelli che ufficialmente sarebbero dovuti essere composti da diamante nero, corallo rosso, zaffiro, topazio o perla di Boemia e che invece sono risultati di pasta vitrea o ceramica.

A scoprire la truffa sono stati i Finanzieri di Torino. I prodotti se immessi sul mercato avrebbero fruttato un profitto di diversi milioni di euro. Il materiale sequestrato è stato rinvenuto all'interno di alcuni magazzini di Torino, a Madonna di Campagna e Parella, e in due magazzini all'interno della “Città Commerciale” di Settimo Torinese. 

A finire nei guai quattro imprenditori, tre cinesi  e un italiano, e il loro fornitore con centro di distribuzione in Repubblica Ceca. Per loro è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Torino per frode in commercio, oltre alla segnalazione alla Camera di Commercio di Torino. 

L'imprenditore italiano, un settantenne di origini lombarde, oltre a vendere i prodotti al dettaglio, aveva anche un sito internet, creato ad hoc, dove commercializzava i falsi articoli.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento