Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Falsamente etichettate e importate illegamente": sequestrate 100mila bottiglie di alcolici e super-alcolici

Trovati anche 70 chili di cibo mal conservato

 

Sequestrate dalla guardia di finanza di Torino, a fine luglio 2020, oltre 100mila bottiglie di bevande alcoliche che sarebbero state falsamente etichettate, importate illegalmente e di dubbia composizione. 

L'indagine dei finanzieri è scatata in piena emergenza coronavirus quando i militari si sono concentrati sulle attività commerciali ancora aperte. È così che hanno potuto sequestrare centinaia di bottiglie di alcoolici e super-alcoolici prive del sigillo del monopolio di Stato. Bottiglie che sarebbero state importate illegalmente dall'est Europa. 

Bottiglie che proverrebbero tutte dallo stesso deposito che si trova a Mirafiori sud a Torino, dove ha sede un'azienda di import-export di prodotti alimentari provenienti dalla Romania. Le bottiglie inoltre, da quanto si apprende, riportavano indicazioni merceologiche false circa la loro composizione: infatti la natura dei distillati a 40 gradi erano riconducibili, secondo quanto accertato dagli investigatori, a 'derivati dei cereali' e non a 'vinacce' come indicato merceologicamente.

A finire nel mirino dei finanzieri due imprenditori di origine romena che sono stati denunciati per frode in commercio e abuso edilizio. Durante le operazioni inoltre sono stati posti sotto sequestro oltre 70 chili di alimenti congelati e destinati alla vendita che sarebbero stati trovati in cattivo stato di conservazione.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento