rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022

Grazie a un selfie che ha sul cellulare la polizia scopre che è un pusher: in casa aveva 8kg di marijuana

L'accusa di detenzione ai fini di spaccio

A tradirlo è stato un selfie che aveva sul cellulare e tramite il quale gli agenti di polizia del Commissariato Barriera di Milano sono riusciti a risalire all'abitazione dentro la quale nascondeva la droga. Arrestati due cittadini di origine nigeriana per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.   

In casa loro, un alloggio in via Lorenzo Bruno, sono stati rinvenuti ben 8 chilogrammi di droga. La scoperta nasce da un'operazione di polizia giudiziaria tenutasi giovedì scorso, il 9 luglio.

Intorno alle 17 gli agenti notano tre cittadini di origine nigeriana aggirarsi in modo sospetto tra corso Vercelli e via Feletto. Una volta fermati uno dei tre, un trentaduenne con precedenti di polizia a carico, cerca di nascondere un mazzo di chiavi. Gli agenti così, grazie al selfie che trovano sul suo cellulare, riescono a risalire alla sua abitazione e nell'appartamento trovano due bilancini di precisione e 8 chili di marijuana contenuti in due grossi sacchi.

Oltre al 32enne è stata arrestata anche una donna, sempre di origine nigeriana, di 26 anni che abitava nell'alloggio. 

Si parla di

Video popolari

Grazie a un selfie che ha sul cellulare la polizia scopre che è un pusher: in casa aveva 8kg di marijuana

TorinoToday è in caricamento