La scuola per i cani che trovano i superstiti tra le macerie, attivi anche nell'inferno di Genova

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Molly e Foster sono stati i primi a intervenire per cercare eventuali superstiti tra le macerie del Ponte Morandi a Genova. Sono due dei tanti cani che ogni giorno vengono formati a Volpiano presso la Scuola Nazionale che forme le unità cinofile dei Vigili del Fuoco. 

Si tratta di cani che vengono addestrati per agire in contesti difficili. In seguito a crolli o su terreni innevati. Lì sono state formate le coppie di uomini e cani che sono intervenute dopo il terremoto dell'Aquila o a Rigopiano per cercare i superstiti all'interno dell'albergo che venno sommerso dalla neve nel 2017. Ma anche quelle che più recentemente hanno dovuto cercare le vittime del crollo del ponte Morandi a Genova. 

Ogni anno vengono formate una quarantina l'anno, quest'anno invece saranno una settatntina i cani formati.  Una scuola che però ha anche un'altra particolarità: sorge su un terreno e a fianco di una cascina che un tempo era di proprietà delle mafie e sul quale veniva prodotto e smistata droga. 

Potrebbe Interessarti

  • Bomba di grandine sulla città: strade allagate e rami caduti in centro

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • I droni non scaldano piazza Vittorio: lo spettacolo inizia in ritardo e 10.000 spettatori meno del previsto

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

Torna su
TorinoToday è in caricamento