Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mobilità in sharing a Torino, arrivano i motorini Zig Zag: presto stalli unici per scooter, monopattini e biciclette

Il nuovo servizio coprirà anche i comuni della cintura

 

Presentata a Torino la nuova flotta di scooter elettrici in condivisione Zig Zag. Il servizio a regime dovrebbe coprire, oltre alla città, anche i Comuni della prima cintura della Città Metropolitana. "La novità su cui si sta lavorando in concertazione con i sindaci della prima cintura è pensare a una mobilità che coinvolga anche quei territori", ha spiegato la sindaca Chiara Appendino.

"Abbiamo sempre ribadito tre concetti: la mobilità come servizio, intermodalità, e dunque la possibilità di spostarsi utilizzando mezzi alternativi all'auto privata; attenzione all'ambiente utilizzando mezzi non inquinanti; il concetto di proprietà condivisa utilizzando strumenti che si poggino su piattaforme che aiutino a superare il concetto di proprietà privata tramite una mobilità interconnessa, condivisa", ha aggiunto la sindaca. 

Le scelte dell'amministrazione comunale, a detta dell'assessora ai Trasporti Maria Lapietra, vanno incontro alle esigenze dei torinesi: "I cittadini cercano sempre più mobilità alternative ed ecologiche. Mezzi che invogliano i cittadini a lasciare a casa l'automobile quindi a liberare lo spazio. Il problema dell'inquinamento non è solo dell'aria, ma anche dello spazio ed è per questo che realizzeremo degli stalli per raggruppare tutti questi mezzi di mobilità alternativa". 

I nuovi stalli che presto verranno realizzati saranno tripli, ci saranno spazi per la micromobilità - quindi i monopattini -, uno spazio dedicato ai motocicli e uno spazio per le biciclette private.  

Il nuovo servizio di scooter in sharing in partenza prevede una flotta di 150 motorini che però, dopo un test che dovrebbe durare fino a settembre, verranno portati a 350. Il costo sarà di 0,26 centesimi al minuto. Attenzione da parte dell'azienda anche alle misure di sicurezza contro il contagio da covid 19: "Abbiamo pensato tre azioni: un grande sforzo dal punto di vista della manutenzione ordinaria con l'igienizzazione delle parti a contatto; Oltre le cuffiette sottocasco monouso abbiamo aggiunto anche i guanti monouso; con una particolare promozione insieme a un nostro partner permetteremo al cliente di avere un casco o una sottocuffia proprietaria", spiega Diego Rocca, fondatore di Zig Zag. 

Il servizio coprirà l’area che va da Corso Siracusa-Trapani-Lecce a ovest, Corso Regina Margherita a Nord, Lungo Po a Est, Lingotto a Sud, più le zone della Gran Madre e del Cimitero Monumentale, ma a regime si espanderà fino ai comuni limitrofi. Ai nuovi utenti che inseriscono il codice BOGIA40 vengono regalati 40 minuti di utilizzo a titolo gratuito. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento