Insegnanti in piazza contro il Governo: "Salvini pensa solo ai grembiulini"

Erano in tanti questa mattina - venerdì 17 maggio - a presidiare l'ingresso dell'Ufficio Scolastico Regionale. Insegnanti, ma anche genitori che hanno voluto manifestare la propria insofferenza per lo stato attuale della scuola italiana. 

A protestare è stata la CUB che, a differenza di CGIL, CISL e UIL, non ha fatto un passo indietro e ha confermato lo stesso lo sciopero: "Crediamo che pur essendo un'avanguardia, questa protesta serva per rivolgersi agli insegnanti con lo scopo di cercare di riacquistare dignità per questa professione. Un'altra importante rivendicazione è quella per la stabilizzazione dei docenti precari. Così si da continuità didattica alle famiglie e continuità nell'insegnamento" - ha commentato Matteo Meotto, insegnante del CUB. Gli insegnanti hanno incontrato il Direttore Scolastico. 

Si parla di

Video popolari

Insegnanti in piazza contro il Governo: "Salvini pensa solo ai grembiulini"

TorinoToday è in caricamento