Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sardine invadono Torino, 30mila torinesi si radunano in piazza Castello

"Se ci siamo noi è perché manca il centrosinistra"

 

Ci si aspettava un bagno di folla e così è stato. Le "Sardine torinesi" sono riuscite a riempire piazza Castello. Secondo le prime stime i cittadini presenti in piazza erano almeno 30mila. I manifestanti a inizio evento hanno intonato "Bella ciao" e hanno ribadito di non essere appartenenti ad alcun partito politico. 

"Noi come tutte le altre Sardine abbiamo seguito l'ondata che è partita da Bologna. C'è una domanda. Troppo spesso ci chiedono delle risposte, ma non hanno capito che noi non siamo la risposta, noi siamo la domanda", racconta Paolo Ranzani, organizzatore della manifestazione torinese. 

"Noi chiediamo alla politica di cambiare modalità. La politica attuale è becera, volgare, fatta di fake news e scontri. Non sono semplici disaccordi, ma attacchi sulla persona e verbali. Non c'è più l'eleganza di una volta e di cui si sente la mancanza", continua Ranzani. 

"In accordo con le altre città abbiamo capito che non avrebbe senso organizzarsi in un partito. C'è un'aggregazione di più pensieri che possano insieme contaminare la politica. Non abbiamo una tendenza politica. Non nutriamo simpatia verso la destra attuale. Il nostro è un attacco alla politica in generale. Noi non siamo d'accordo con il centrodestra, ma se ci siamo noi vuol anche dire che non c'è il centrosinistra. Noi siamo la rappresentazione della mancanza", conclude Ranzani.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento