Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arte e sport per riqualificare l'ex Accademia militare: il campo da basket è tracciato da un artista internazionale

Un progetto promosso da Paratissima e PMS Basketball

 

Un campo da basket nella corte interna dell'ex Accademia Militare. È il progetto artistico 'Blooming Playground' realizzato dall'artista cagliaritano Fabio Schirru, in arte Tellas, e promosso da Paratissima e PMS Basketball. 

Grazie all'unione tra cultura e sport verrà restituito alla cittadinanza uno spazio pubblico. Il progetto, curato da Francesca Canfora, ibrida infatti arte contemporanea e rigenerazione di spazi a scala urbana dando vita ad un esempio concreto di convivenza creativa e virtuosa tra sport e cultura. L’opera ha preso vita nella corte interna dei suggestivi spazi dell’ex Accademia Militare, nel pieno centro urbano di Torino, dietro piazza Castello, a fianco del Teatro Regio e vicino ai Giardini Reali. Nello stesso luogo che ospiterà dal 23 ottobre all’8 dicembre Paratissima Art Station, il nuovo format espositivo dedicato a gallerie d’arte e artisti indipendenti. 

Il playground da basket misura circa 550 metri quadrati, al centro del campo due alberi di acero. L’artista ha creato una sorta di giardino segreto, sull’esempio dei tanti cortili verdi torinesi, preservando e valorizzando proprio gli alberi preesistenti che sono stati inglobati in un nuovo contesto metaforicamente ispirato alla natura. Tellas è considerato uno dei 100 migliori artisti emergenti al mondo. 

"L'arte ha la possibilità di diventare strumento per il benessere psicofisico delle persone", spiega Lorenzo Germak, presidente esecutivo di Paratissima, "Avere all'interno dell'Artiglieria un playground è un motivo di grande orgoglio perché sarà utilizzato e diventerà sede di allenamenti. Il luogo dove si produce arte diventa anche il luogo per incontrarsi, stare bene e fare attività sportiva". Il campo sarà accessibile attraverso un sistema di prenotazione. 

"PMS ha partecipato a questo progetto con grande entusiasmo perché, in questo momento di grande difficoltà, vogliamo poter dare la possibilità ai nostri tesserati e non solo di avere uno sfogo e di conoscere questo posto meraviglioso. Unire arte e sport per noi è un motivo di vanto", racconta Alessio Miceli, d.g. della PMS. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento