Sabato, 20 Luglio 2024

Ricambi d'auto 'taroccati', scoperta fabbrica del falso: sequestrati 40mila pezzi

Prodotti venduti anche all'estero

Avevano allestito una vera e propria fabbrica del falso dentro la quale stampavano, utilizzando apparecchiature digitali di ultima generazione, ricambi d'auto falsi di Fiat, Alfa Romeo, Lancia e Porsche. I ricambi d'auto "taroccati" venivano venduti in Italia, ma anche in Belgio, Germania, Olanda, Cile e Stati Uniti.

Nel mirino della Guardia di Finanza di Torino sono finiti due imprenditori italiani di 50 anni che sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Torino per contraffazione e frode in commercio. Avevano messo su un giro di affari milionario. 

I militari hanno sequestrato in totale 40.000 pezzi di ricambio per auto contraffatti che sono stati rinvenuti in due stabilimenti del falso, uno a Torino nei pressi di corso Francia e uno a Carmagnola. In quest’ultima ditta, ubicata in una zona isolata in aperta campagna, i finanzieri della compagnia di Susa hanno scoperto un vero e proprio laboratorio del falso.

All’interno del capannone c'erano apparecchiature digitali all’avanguardia che realizzavano ogni giorno migliaia di ricambi per auto e accessori riportanti i loghi di note case automobilistiche. Gli acquirenti erano all'oscuro della truffa ed erano convinti di ricevere pezzi originali come da ordine.

Video popolari

TorinoToday è in caricamento