Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un nuovo reparto che mette al centro il benessere della madre, ecco la novità del Sant'Anna

 

È stato inaugurato questa mattina il nuovo reparto universitario dell'Ospedale Sant'Anna di Torino. Un progetto che mette al centro il benessere dell'individuo attraverso un approccio bio-psico-sociale alla cura. Sono presenti aree di consultazione, spazi di privacy, di relazione ed è stato pensato per favorire, attraverso materiali, illuminazioni e colori, l'armonia della futura madre e del bambino. 

Si tratta di uno dei più grandi poli di ginecologia e ostetricia d'Europa, con oltre 7.000 parti l'anno da parte di genitori provenienti da quasi 90 Paesi; 1.750metri quadri, 35 posti letto, 15 camere doppie e 5 singole. Il reparto nasce dopo due anni di cantiere e sono state investite risorse per un totale di 2.447.000 euro: 240.000 euro da parte dell'Azienda Ospedaliera Università Città della Salute e della Scienza, 2.000.000 euro da parte di Compagnia di San Paolo e 207.000 da parte di Fondazione Medicina a Misura di Donna. 

Le pareti del reparto sono state dalla creatività di Massimo Barzagli che già nel 2013 era intervenuto con la sua arte nello storico ingresso dell'ospedale; adesso ha donato al nuovo reparto una grande opera in ceramica realizzata su dodici lastre in grès porcellanato, maiolicato e dipinto. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento