Domenica, 17 Ottobre 2021

Filosofi con il casco per la realtà virtuale in testa: così l'Università di Torino fa un salto nel futuro

Inaugurato LIFE

Come fa un filosofo a sfruttare la realtà virtuale per accrescere il proprio percorso di crescita universitaria? È la domanda alla quale vuole rispondere l'Università di Torino con l'apertura del nuovo laboratorio di innovazione in Filosofia e Scienze dell'Educazione che è stato inaugurato questa mattina, giovedì 16 settembre, a Palazzo Nuovo. 

"Questa è una biblioteca moderna anche per le tecnologie perché a fianco dei libri ci sono tutta una serie di apparecchiature e infrastrutture digitali, fino ad arrivare all'intelligenza artificiale, realtà virtuale e simulazione che renderanno possibile unire le modalità tradizionali di studio a quelle più innovative", ha spiegato il rettore dell'Università Stefano Geuna. 

Come potranno usufruire gli studenti delle materie umanistiche di queste opportunità? "Pensiamo ad esempio nel campo della formazione degli insegnanti dove la realtà virtuale permette di simulare tutta una serie di situazioni di realtà che poi dovranno affrontare nelle classi con i giovani". 

Il laboratorio è pensato per essere un luogo di collaborazione con le imprese che intendono attuare la transizione verso il modello di insdustria 4.0 nel delicato compito di addestramento del personale e nel supporto all'elaborazione delle corrette procedure aziendali nell'ambito del complesso rapporto uomo-macchina-ambiente. Al suo interno potrà anche essere studiato il comportamento dell'uomo quando interagisce con determinati tipi di macchine che sono già impiegate in alcuni processi aziendali. 

Video popolari

Filosofi con il casco per la realtà virtuale in testa: così l'Università di Torino fa un salto nel futuro

TorinoToday è in caricamento