Sgominata gang di giovani rapinatori: colpivano a bordo dei treni della Torino-Savona

Minacciavano con coltelli e bastoni

Salivano a bordo del treno, individuavano le proprie vittime, le accerchiavano, le minacciavano con coltelli o bastoni e infine le derubavano. Era questo il modus operandi con il quale operava una gang di giovani ragazzi che ha seminato il panico a bordo dei treni regionali della tratta Torino-Savona. 

Coltelli, tubi metallici, bastoni erano le armi che utilizzavano per rapinare le proprie vittime di gioielli, denaro o anche capi d'abbigliamento appena acquistati. In alcuni casi le vittime hanno subito anche violenza fisica. 

Autori delle rapine una decina di ragazzi, otto di origine magrebina (marocchini e algerini) e due italiani, che sono stati individuati grazie all'utilizzo dei social network e delle immagini di videosorveglianza dei treni e delle stazioni ferroviarie. In totale sono state sei misure cautelari, di cui quattro custodie in carcere. Le altre quattro persone sono state denunciate a piede libero.

Oltre a quelle avvenute in autunno, si indaga anche su rapine che sono state commesse nel corso dell'estate scorsa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Sgominata gang di giovani rapinatori: colpivano a bordo dei treni della Torino-Savona

TorinoToday è in caricamento