Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Effettuavano rapine con l'auto in leasing: un torinese tra gli arrestati

Altri tre uomini in manette

 

Fa da palo per due rapine, ma utilizza un'automobile presa in leasing. A finire nei guai un italiano di Nichelino di 46 anni. L'uomo, per il quale sono scattate le manette, è complice di altri tre criminali che sono ritenuti responsabili di due rapine effettuate nell'Astigiano. 

A fare irruzione negli esercizi commerciali erano due cittadini pugliesi che venivano in Piemonte appositamente per effettuare le rapine. A dare loro rifugio un quarto soggetto sottoposto a programma di  protezione in quanto collaboratore di giustizia e residente ad Asti. 

Il 46enne di Nichelino aveva il compito di attendere in auto i due rapinatori e, una volta terminata la rapina, allontanarsi il più velocemente possibile. Fondamentali per carabinieri e polizia sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza attraverso le quali hanno potuto individuare l'automobile con la quale sono state effettuate le rapine. 

Scoperta la targa della vettura i militari hanno potuto constatare che l'automobile era stata presa in leasing da una società del tutto estranea ai fatti che ha aiutata le forze dell'ordine a risalire al reale utente del mezzo. Il 46enne di Nichelino appunto. 

I quattro sono accusati di essere gli autori di due rapine avvenute nell'Astigiano. La prima è del 4 settembre 2019 quando armati e travisati con felpe con cappuccio e passamontagna, facevano irruzione all’interno di una farmacia, il bottino fu di 1.500 euro. La seconda è di pochi giorni dopo, l'11 settembre, quando i tre assaltavano un supermercato Carrefour Express di via Baracca ad Asti facendosi consegnare 2.000 euro in contanti. 
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento