Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La protesta dell'associazione: volontari incatenati alla recinzione per parlare con la sindaca

Chiedono al Comuni spazi per poter operare

 

"Incatenati dalla burocrazia", recitava uno dei tanti cartelli che questa mattina, martedì 29 settembre, è stato esposto davanti all'ex sede della Scuola Materna Centro Europa C di via Rubino 82 a Mirafiori Nord. Questa volta però gli uomini e le donne in presidio sono voluti andare oltre e fare un gesto estremo che potesse fungere da cassa di risonanza per avere quell'attenzione che pretendono e credono di meritare. In via Rubino questa mattina volontari dell'associazione 'I buffoni di corte onlus' e i ragazzi con disabilità intellettiva che ne fanno parte si sono incatenati alla recinsione di quella scuola che per loro è il simbolo di un disagio sempre più grosso. 

Hanno protestato perché a loro avviso a Torino sono troppi gli spazi inutilizzati e lasciati al degrado che potrebbero essere concessi alle tante realtà associative che ogni giorno operano sul territorio e colmano un vuoto che spesso è lasciato anche dalle istituzioni che non sono in grado di portare avanti politiche sociali sufficienti. 

Un esempio è proprio l'ex Scuola Materna Centro Europa C di via Rubino. Chiusa un anno fa, oggi è decadente: erba incolta, giochi per i bimbi lasciati all'incuria, tapparelle rotte e le bandiere poste sopra la porta d'ingresso stracciate e sbiadite. "Non andrò via fino a quando non potrò parlare con la sindaca", dice Luca Nicolino, presidente dell'associazione 'I buffoni di corte onlus'. Con lui intere famiglie e anche Giovanni Ferrero, direttore della Consulta per le persone in difficoltà. 

"L'anno scorso il Comune aveva messo a bando questo spazio e noi avevamo partecipato, ma poi è stato tutto annullato per l'emergenza covid. La scuola però non è stata utilizzata e noi, come tante altre associazioni di volontariato, che abbiamo un'estrema difficoltà a ottenere spazi di volontariato per le nostre attività chiediamo al Comune la possibilità di capire quali strutture potrebbero essere attribuite e riqualificate", racconta Luca Nicolino, presidente dell'associazione 'I buffoni di corte onlus'.

Dal Comune fanno sapere che presto la struttura di via Rubino verrà rimessa a bando e dunque lo spazio troverà nuova vita.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento