In piedi sui banchi davanti alla Regione, gli studenti in piazza: "Ci hanno abbandonato"

Chiedono scanner all'ingresso delle scuole e tamponi per tutti gli studenti

"Ci sentiamo abbandonati e invisibili. Oggi siamo qua per dimostrare che vogliamo riprenderci la scuola", a dirlo sono gli studenti di LAST, coordinamento studentesco che oggi si è ritrovato in Piazza Castello per protestare contro la non riapertura delle scuole. Le superiori infatti rimangono chiuse e apriranno dal 18 solo al 50%. 

Gli studenti per protestare sono saliti in piedi sui banchi scolastici che hanno portato in piazza, proprio come nel film l'Attimo fuggente. "Noi abbiamo avuto un incontro in Regione con il presidente Cirio. Abbiamo chiesto che si investisse per un rientro in sicurezza, ma questo non lo hanno fatto. Lo abbiamo visto anche con la legge di bilancio della Regione. Continuano a non fare assolutamente nulla e le conseguenze si vedono e il fatto che oggi non siamo in classe è la dimostrazione", spiega Bianca Chiesa del coordinamento studentesco LAST.  

"Chiediamo un incontro utile che però non sia solo un contentino. Al momento non ci hanno dato dati concreti che dimostrino che le scuole sono un luogo di contagio. Noi chiediamo scanner davanti a ogni scuola e che vengano fatti tamponi gratuiti per studentesse e studenti", conclude Bianca Chiesa del coordinamento studentesco LAST.  

Si parla di

Video popolari

In piedi sui banchi davanti alla Regione, gli studenti in piazza: "Ci hanno abbandonato"

TorinoToday è in caricamento