Torino, urla e cori davanti alla sede della Regione: la protesta dei lavoratori delle RSA | VIDEO

Coinvolti circa 300 lavoratori nel torinese

Una cinquantina di lavoratori delle strutture per anziani Anni Azzurri della provincia di Torino questa mattina - martedì 20 luglio - hanno protestato davanti alla sede della Regione Piemonte di Piazza Castello contro quello che definiscono un 'contratto pirata'. Denunciano di non aver mai avuto un'aumento salariale dal 2009. 

Si tratta per la maggiore di operatori socio sanitari che lavorano nelle strutture del gruppo KOS di Carmagnola, Santena, Montanaro, Volpiano e Torino. In totale sono circa 300 i lavoratori coninvolti: "Sono in piazza perché a loro viene applicato un contratto che non esiste più, perché non vedono un aumento da dodici anni e hanno la prospettiva di vedersi applicato un contratto pirata che peggiorerebbe ancora di più le loro condizioni", spiega Michael Pellegrino della Funzione Pubblica CGIL, "Inoltre ci sono una serie di criticità che sono emerse con la pandemia rispetto ai carichi di lavoro e a come vengono trattati gli ospiti in queste strutture". 

"La tutela delle persone fragili non può essere in secondo ordine rispetto alla necessita di fare profitto, e non può essere il motivo per il quale ci si può permettere, causa la riduzione al minimo del personale, di alzare gli anziani alle 5.00 del mattino o di fargli somministrare i farmaci da personale che non sia infermieristico", continua i lavoratori. 

Si parla di

Video popolari

Torino, urla e cori davanti alla sede della Regione: la protesta dei lavoratori delle RSA | VIDEO

TorinoToday è in caricamento