Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pensionati contro il Governo: "Con le pensioni aiutiamo i nipoti. Loro non hanno futuro"

 

Anche a Torino i pensionati sono scesi in piazza per protestare contro la Manovra finanziaria approvata dal Governo a fine 2018. La loro mobilitazione nasce dalla decisione dell'esecutivo guidato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte di bloccare l'adeguamento delle pensioni all'inflazione. 

Questa mattina - venerdì 4 gennaio - alle 11.00 sono sventolate davanti alla Prefettura di Torino le bandiere dei sindacati dei pensionati Spi Cgil – Fnp Cisl – Uilp Uil. La riduzione della rivalutazione per tre anni (dal 2019 al 2021) delle pensioni riguarda quelle che hanno un importo superiore a 1.522 euro mensili lordi, che corrispondono a circa 1.200 euro netti.

“Il governo non può fare cassa con i pensionati andando a rimettere le mani sul sistema di rivalutazione, penalizzando così milioni di persone. Si tratta di misure profondamente ingiuste perché colpiscono una categoria particolarmente debole della società” - hanno dichiarato i sindacati Spi, Fnp, Uilp - “È l'ennesimo furto alle pensioni medio-basse. Già altri governi in questi anni hanno seguito questa strada. Non vediamo pertanto quel tanto sbandierato cambiamento ma il reiterarsi di decisioni sbagliate e punitive verso una fascia di popolazione che avrebbe piuttosto bisogno di essere aiutata e sostenuta”.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento