rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021

Raccolta rifiuti, protestano i lavoratori: "Da 27 mesi aspettiamo il rinnovo del contratto" | VIDEO

Hanno chiesto un incontro con il Prefetto

Sono circa 15.000 in utto il Piemonte e oltre 4.000 nella provincia di Torino i lavoratori del settore Igiene Ambientale - coloro che si occupano della pulizie delle strade delle nostre città e paesi - che attendono da 27 mesi il rinnovo del contratto di lavoro. Lavoratori che durante la pandemia hanno continuato a lavorare e proprio a causa anche della pandemia non vedono riconosciuti i propri diritti perché non avrebbero apportato un aumeno alle aziende per le quali lavorano.  

Lo sciopero, che ha coinvolto 100 città in tutta Italia, chiede maggiori tutele per salute e sicurezza sul posto di lavoro e garanzie dal punto di vista contrattuale. "Le organizzazioni datoriali hanno posto sul tavolo una serie di punti irricevibili come la flessibilità nell'organizzazione del lavoro e la non sicurezza del mantenimento del posto di lavoro nei cambi di appalto", racconta Tiziano Scarcello della FIT-CISL. In piazza Castello oggi c'erano alcune centinaia di lavoratori. 

"Ci occupiamo prevalentemente di raccolta rifiuti, ma anche del trasporto e del riciclo dei rifiuti. Il nostro lavoro comprende una buona parte di filiera dell'igiene ambientale", spiega Domenico Montalto della Funzione Pubblica CGIL. 

"Se ci guardiamo indietro, anche nella fermata del lockdown hanno lavorato garantendo il servizio. Vogliono mettere in discussione le garanzie di un contratto: fasce orarie, gli orari di lavoro, il rapporto di lavoro che vogliono portare da full time a tempo parziale, per cui la stabilizzazione dei lavoratori va a cadere", conclude Orazio Colapietra della Uiltrasporti. 

Video popolari

Raccolta rifiuti, protestano i lavoratori: "Da 27 mesi aspettiamo il rinnovo del contratto" | VIDEO

TorinoToday è in caricamento