rotate-mobile

Striscioni, cartelli e cori per difendere davanti al Comune di Torino lo storico Imbarco Perosino

Il 18 marzo è arrivata la moratoria di sgombero

Striscioni, cartelli e cori per difendere davanti al Comune di Torino lo storico Imbarco Perosino. È la manifestazione che si è tenuta questo pomeriggio, lunedì 21 marzo, in piazza Palazzo di Città. "Riassumere 100 anni di storia non è semplice", spiega Anna De Coster, gestrice dell'Imbarco Perosino, "Siamo entrati da più di un decennio di un contenzioso con il Comune perché noi siamo proprietari dell'immobile dal 1936, ma l'amministrazione vorrebbe espropriarcelo perché è su terreno di proprietà comunale". 

"In giudizio abbiamo perso la causa sulla proprietà, ma abbiamo fatto appello in Cassazione", spiega la donna, "Abbiamo chiesto una conciliazione e avevamo un tavolo di conciliazione il 2 di marzo che è stato cancellato. Adesso ci hanno mandato una moratoria di sgombero". 

"Noi siamo residenti all'Imbarco Perosino. Rimarremo senza casa, senza lavoro e in mezzo a una strada. Questo è l'unico lavoro che sostiene tutta la famiglia. Mia madre per ricostruire l'Imbarco negli anni ottanta ha venduto tutto. L'unica nostra speranza è nell'incontro che avremo domani con la vicesindaca e io ho fiducia", conclude la gestrice dell'Imbarco Perosino. 

Video popolari

Striscioni, cartelli e cori per difendere davanti al Comune di Torino lo storico Imbarco Perosino

TorinoToday è in caricamento