rotate-mobile

Procreazione assistita, Rosatelli: "La legge va cambiata, discriminatoria per coppie di donne e single"

Intanto la Corte d'Appello di Torino ha detto no al doppio cognome per i figli delle coppie omosessuali

Venerdì scorso, il 4 marzo, il Comune di Torino ha ricevuto dalla Corte d'appello il decreto con il quale è stato rigettato il reclamo di una coppia omogenitoriale alla quale era stata negata la possibilità di assegnare il doppio cognome al proprio figlio. Così è stata confermata la decisione del Tribunale di Torino.

"Sul piano politico ribadiamo che la nostra Giunta è convinta che sia necessario riconoscere la genitorialità delle coppie dello stesso sesso nel supremo interesse dei minori a crescere in una famiglia con pienezza di diritti e doveri. Richiamiamo, quindi, nuovamente il Parlamento a fare finalmente la propria parte per riformare tutte quelle normative in materia di famiglia che conservano un contenuto discriminatorio. La società è pronta, la politica lo sia altrettanto", è stato il commento del sindaco.

Sul tema è tornato questa mattina l'assessore alle Politiche sociali della Città di Torino, Jacopo Rosatelli: "La legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita è discriminatoria nei confronti delle donne single e delle coppie di donne", ha spiegato l'assessore, "perché consente infatti la procreazione solo alle donne sposate con un uomo. C'è bisogno di cambiare questa legge e il Parlamento se non lo fa rimane indifferente alla condizione delle donne". 

"Bisogna fare di più anche sul versante dei diritti civili perché le coppie di donne non possono adottare o accedere al matrimonio ugualitario", ha aggiunto, "Noi come Comune siamo schierati a favore dei diritti e delle pari opportunità contro ogni forma di discriminazione. Faremo tutto quel che è nelle nostre possibilità per arrivare alla piena partià". 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Procreazione assistita, Rosatelli: "La legge va cambiata, discriminatoria per coppie di donne e single"

TorinoToday è in caricamento