Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il grande magazzino scommette su Torino: investiti 52 milioni di euro e 40 nuove assunzioni

 

La Rinascente scommette su Torino e per farlo ha deciso di acquistare lo storico stabile di via Lagrange 15 e di ristrutturarlo completamente. Quello di Torino diventa così il terzo shop più grande d'Italia con i suoi 7.500 metri quadri di superficie, prima ci sono Milano (20.000 metri quadri) e Roma Tritone (10.000 metri quadri). 

L'investimento è importante perché complessivamente sono stati spesi ben 52,6 milioni di euro. In totale all'interno della nuova Rinascente ci saranno più di 800 brand e sono previste da parte del gruppo 40 nuove assunzioni a incrementare l'organico attuale. Personale al quale si dovrà sommare quello che assumeranno i negozi che sono presenti all'interno del complesso. 

Il progetto dell'amministrazione è quello di rendere il polo commerciale integrato con le altre realtà del territorio, magari partendo proprio dal vicino Museo Egizio. Un'iniziativa commercial-culturale che a Roma e Milano è già stata avviata e che starebbe portando i suoi frutti. 

"La Rinascente di Torino - spiega l'ad Pierluigi Cocchini - ha avuto tra gli 800 e i 900.000 visitatori nel 2017 con uno scontrino medio di 80 euro, l'obiettivo è un milione e mezzo. Ora il 7% di carte di credito è di stranieri, potrebbe arrivare al 30%. Si punta soprattutto alla clientela asiatica con un'attività di comunicazione sviluppata con uffici, hotel e aeroporto. Le carte di fedeltà sottoscritte in Italia sono 2 milioni, l'8-9% di stranieri. Torino ne ha 130.000 e potrebbe triplicarle".

Domani, venerdì 14 settembre, dalle 17 alle 22 il complesso verrà aperto al pubblico. 

Intervista a Pierluigi Cocchini, amministratore delegato de La Rinascente

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento