Domenica, 17 Ottobre 2021

Damilano agli ex Embraco promette posti di lavoro, ma poi ci litiga. Lo Russo: "Non ho aziende, ma aiuterò"

Verso il ballottaggio

Per raccontare quel che è successo questa mattina, sabato 9 ottobre, davanti al presidio dei lavoratori dell'ex Embraco in piazza Castello si deve partire dall'antefatto, ovvero dal rifiuto, ormai noto, di Paolo Damilano di sostenere incontri pubblici con Stefano Lo Russo. È per questo che l'appuntamento organizzato dagli ex Embraco con i due candidati sindaci era tanto atteso. Per la prima volta prima del ballottaggio, tutti e due sarebbero stati presenti nello stesso momento e nello stesso posto in un luogo pubblico e a un evento non mediato. Qualcosa però è andato storto. 

L'incontro era previsto alle 12. Damilano si presenta in anticipo e senza attendere l'arrivo di Lo Russo comincia a parlare con i lavoratori. Si prende un impegno importante, quello di ricollocarli tutti entro il giugno del 2022, e, dopo aver firmato l'impegno propostogli dai lavoratori, dice di voler andare via. È in questo momento che scoppia l'incidente (poco) diplomatico tra i lavoratori e il candidato del centrodestra. 

Maurizio Ughetto, ormai storico operaio della ex Embraco, si permette di suggerirgli che non attendere Lo Russo non è una mossa azzeccata e Damilano risponde a muso duro arrivando addirittura a polemizzare con l'operaio. In questo momento non sono ancora le 12. A tentare di fare da paciere e Mino Giachino, esponente Sì TAV torinese, che per l'occasione ha accompagnato il candidato sindaco del centrodestra. La tensione dura alcuni minuti e poi Damilano decide di andare via. Contemporaneamente però arriva Lo Russo e i due si possono stringere la mano a favore di telecamere e macchine fotografiche. 

Quello che non è possibile fare è assistere all'incontro tra i due candidati e i lavoratori contemporaneamente. Di quanto avvenuto rimane dunque la promessa di Damilano di fare rete per ricollocare gli ex Embraco, anche tramite i suoi amici imprensitori, e la risposta di Lo Russo: "Io non ho aziende, ma lo aiuterò. Mi pare un ottimo impegno. Sono le cose su cui le forze politiche devono collaborare in uno spirito costruttivo a favore dei cittadini". Nella speranza che prima o poi i due possano essere nello stesso posto, alla stessa ora e a disposizione per il confronto. 

Video popolari

Damilano agli ex Embraco promette posti di lavoro, ma poi ci litiga. Lo Russo: "Non ho aziende, ma aiuterò"

TorinoToday è in caricamento